C'ERA UNA VOLTA UN MUSICISTA che si chiamava


TEATRO di SANGIORGIO E IL DRAGO     ASSOCIAZIONE AMADEUS

C'ERA UNA VOLTA UN MUSICISTA che si chiamava Giuseppe (Fortunino) VERDI 

Chitarra: Vincenzo Torricella 

Voce recitante ed ideazione scenica di Antonia Stradivari                             Durata:50 minuti circa.                                                                                     Esigenze tecniche: locale oscurabile-                                                              Costo :da definire a secondo del numero degli  alunni.    

Come  si fa oggi a raccontare la vita di un grande musicista a dei ragazzi del ciclo delle elementari che potrebbero non essere minimamente interessati ad un argomento che ruota intorno all'opera lirica,ai teatri di tradizione,a cantanti che più che cantare sembra che urlino,a storie che quasi sempre finiscono con la morte di uno o più protagonisti? L'esperienza ci ha riservato delle grandi sorprese ed il linguaggio da adoperare  ce lo hanno indicato gli stessi bambini.La storia di un povero giullare deriso da tutti di nome Rigoletto o il pianto mischiato ad una  risata di Violetta riescono  ancora ad interessarli se il linguaggio è diretto e all'apparenza semplice.E chi più del genio di Busseto scrisse  musica in apparenza semplice che andava diretta al cuore? La chitarra classica ,strumento dal forte potere evocativo ,disegnerà la trama del racconto sulla vita del musicista emiliano,proponendo alcune tra le arie verdiane- Riteniamo quindi che il progetto  di far conoscere i grandi musicisti ,iniziato con Puccini e il librettista  Arquatese Luigi Illica,rivolto ai bambini dai sei ai dieci anni, possa sviluppare la cultura musicale parallelamente ai programmi scolastici.